Super User

The Notice Board Green Sinks!

Realizzato il NOTICE BOARD in lingua inglese e lingua italiana, con le relative foto dello staff del progetto GREEN SINKS LIFE 12 ENV/IT/000736.

The project GREEN SINKS is on line!

Il sito dedicato al progetto GREEN SINKS LIFE 12 ENV/IT/000736, www.greensinks.com è online dal 30 settembre 2013: potete trovare tutti i dettagli relativi al progetto, la tempistica, gli obiettivi e i vantaggi ambientali relativi.

carlino

Il lavello “verde” della Plados-Delta premiato con i finanziamenti della Ue

Innovazione – Progetto a basso impatto dell’azienda maceratese

Ma chi l’ha detto che nelle Marche non si fa innovazione? E soprattutto va anche smentito il fatto che le imprese marchigiane non siano in grado di ottenere per i loro progetti i finanziamenti dell’Unione Europea. Infatti sul versante dell’innovazione e della green economy un’azienda di Montecassiano, la Plados Delta si è ritagliata un posto di rilievo tra i progetti italiani finanziati dal Fondo Europeo per l’Ambiente.
Il progetto del gruppo Plados-Delta di Montecassiano per la realizzazione del lavello da “cucina verde”, è infatti tra i 12 finanziati del settore industria, su un totale di 1159 domande arrivate alla Commissione dal Fondo per l’Ambiente dell’Unione Europea.

Sandro Bertini, già presidente di Confindustria Macerata, è l’amministratore delegato di Plados.

Ambiente e clima: la Commissione investe 281,4 milioni di euro in nuovi progetti ambientali e climatici

La Commissione europea ha approvato il finanziamento di 248 nuovi progetti a titolo del programma LIFE+, il fondo per l’ambiente dell’Unione europea.

Ambiente e clima: la Commissione investe 281,4 milioni di euro in nuovi progetti ambientali e climatici
I progetti consistono in interventi sul fronte della conservazione della natura, dei cambiamenti climatici, delle politiche ambientali, nonché dell’informazione e della comunicazione in materia di tematiche ambientali in tutti gli Stati membri. Complessivamente rappresentano un investimento di circa 556,4 milioni di EUR e la somma di cui si farà carico l’Unione europea ammonta a 281,4 milioni.

Janez Potočnik, Commissario per l’Ambiente, ha dichiarato:”Il programma LIFE+ continua ad essere una fonte vitale di finanziamento di progetti innovativi. Questi nuovi progetti incideranno in misura tutt’altro che trascurabile sul capitale naturale dell’Europa contribuendo a proteggerlo, conservarlo e rafforzarlo, e concorreranno a fare dell’UE un’economia più efficiente dal punto di vista delle risorse, più verde, competitiva e a basse emissioni di carbonio.”

Ue, all’Italia 106,2 mln per 52 nuovi eco-progetti

BRUXELLES – C’e’ chi usera’ i sedimenti dei fiumi inquinati per creare un materiale utile nei vivai e per costruire strade, ma anche un’intera regione, l’Emilia Romagna, che tagliera’ 0,2 milioni di tonnellate di CO2 equivalente in un periodo di tre anni in colture intensive specializzate (pomodori, fagiolini, grano, pesche e pere) e nelle filiere di produzione di carne bovina e latte. Sono questi due esempi dei 52 eco-progetti italiani vincitori del fondo europeo per l’ambiente Life+, per un ammontare complessivo di 106,2 milioni di euro, cioe’ piu’ di un terzo dei cofinanziamenti europei di 281,4 milioni di euro per 248 progetti approvati. I progetti consistono in interventi sul fronte della conservazione della natura, dei cambiamenti climatici, delle politiche ambientali, nonché dell’informazione e della comunicazione in materia di tematiche ambientali in tutti gli Stati membri. Complessivamente rappresentano un investimento di circa 556,4 milioni di euro e la somma di cui si farà carico l’Unione europea ammonta a 281,4 milioni.

Progetti Italia, da tartarughe a eco-lavelli

BRUXELLES – Dai lavelli di cucina ‘verdi’ alla tutela delle tartarughe, ecco i nuovi eco-progetti italiani co-finanziati dall’Ue con il programma Life+. In tutto 52 iniziative per 106,9 milioni di euro di contributi, a favore della natura ma anche dell’eco-innovazione.

“La spinta al recupero dei materiali c’é un po’ in tutti i settori e oggi la sostenibilità ambientale viene molto apprezzata dai consumatori” spiega Sandro Bertini, presidente della Delta Srl, un’azienda marchigiana che con il progetto ‘Green sinks’ produrrà lavelli da cucina, usando polveri minerali provenienti da scarti di lavorazione e resina acrilica liquida rigenerata da oggetti, dai lampadari in plastica alle vasche da bagno, alle insegne luminose. Il lavello da cucina ‘verde’ costerà di più o di meno di quello tradizionale? “Sarà il progetto che ci potrà dire se è un prodotto con lo stesso prezzo” spiega Bertini.

progetti-europei

Progetti europei, maxi finanziamento alla Delta del gruppo Plados

C’è grande soddisfazione alla Delta srl, del gruppo Plados di Montecassiano, guidato da Sandro Bertini, uno dei vicepresidenti di Confindustria. Nell’ambito del Programma Life+, la Commissione Europea ha approvato il finanziamento di 248 nuovi progetti ambientali e climatici, per un importo complessivo di 281,4 milioni di euro. Tra questi c’è anche quello dell’impresa di Montecassiano, che prevede la

aiuti-verdi

Aiuti verdi dall’Europa per 52 progetti

Arrivano finanziamenti “verdi” dall’Europa, per 281,4 milioni di euro. Di questi, 106,2 milioni destinati all’Italia, che, nell’ambito del Programma Ue denominato “Life+” ha ottenuto sostegno economico per 52 progetti innovativi a tutela della natura e del clima.
Qualche esempio? Dai forni per rendere inerti i rifiuti contenenti amianto, alle tinture più sostenibili per l’impresa conciaria; dalle nuove tecnologie per il trattamento delle acque reflue, ai fertilizzanti sostituivi di quelli chimici, fino alle più efficaci politiche di gestione dei rifiuti marini e

L’Europa co-finanzia il reinserimento-tartarughe

Bruxelles, 7 luglio 2013 – Dai lavelli di cucina ‘verdi’ alla tutela delle tartarughe, sono tante le eco-iniziative ‘made in Italy’ che saranno co-finanziate grazie al programma Life+ dell’Ue.
“La spinta al recupero dei materiali c’è un po’ in tutti i settori e oggi la sostenibilità ambientale viene molto apprezzata dai consumatori” spiega Sandro Bertini, presidente della Delta Srl, un’azienda marchigiana che con il progetto ‘Green sinks’ produrrà lavelli da cucina, usando polveri minerali provenienti da scarti di lavorazione e resina acrilica liquida rigenerata da oggetti, dai